Lotto 1

Il lotto si sviluppa tra l’asse autostradale della A4 BS-VR-VI-PD e quello della A31 della Valdastico, con l’esclusione della realizzazione delle interconnessioni.
Il lotto si articola interamente nella provincia di Vicenza ed attraversa il territorio dei sotto elencati comuni:

  • Brendola (limitatamente al corpo stradale della SPV) inserito nell’ambito dello svincolo di Montecchio Maggiore della A4 realizzato da altra società).
  • Montecchio Maggiore
  • Trissino
  • Castelgomberto
  • Trissino
  • Brogliano
  • Cornedo Vicentino
  • Malo
  • Villaverla
  • Thiene

Nell’ambito dei lavori è prevista la realizzazione di viabilità di collegamento della finestra prevista quale galleria di servizio ed emergenza con sbocco in località Vallugana in comune di Malo e la SP 46 Schio – Vicenza. La bretella viabilistica interessa il territorio dei comuni di Malo ed Isola Vicentina.
Il tracciato è di nuova realizzazione tra l’innesto sull’asta dell’A4 inizio lotto (progr. -km – 4+557 e la progr. Km – 3+900 (intersezione con SR 11); e da qui, sino alla progr.-0+217, utilizza il tratto di variante alla ex SS 246 (ora SP 246) realizzato da ANAS. Dalla progr. km 0+217 sino a fine lotto si sviluppa interamente su nuovo tracciato. In questo tratto è previsto, oltre all’adeguamento della sede stradale esistente, la realizzazione di complanari a doppia corsia per ogni senso di marcia (su entrambi i lati della SPV) con svincoli di raccordo sulla viabilità esistente. Le complanari si svilupperanno sino a raccordarsi con lo svincolo di interconnessione tra la SP 248 e la SPV.
L’asse della SPV si sviluppa, sino all’altezza dell’imbocco sud della galleria Malo, in zona fortemente antropizzata e caratterizzata per lo più da insediamenti industriali. L’asse stradale ha direzione parallela al corso del torrente Agno e presenta un tratto di galleria naturale, preceduta da 2 brevi tratti in artificiale, della lunghezza di ml 1605 (galleria S.Urbano). Nel suo sviluppo interseca il torrente Poscola in 3 sezioni (di cui 2 con superamento previsto sotto il ,piano di scorrimento acque) La sede dell’adiacente SR 248 viene ad essere intersecata in 3 punti e sempre sottopassata con la realizzazione di gallerie artificiali mantenendo praticamente inalterata la quota dell’asse stradale esistente). In questo tratto il tracciato si presenta prevalentemente in trincea o in galleria (naturale ed artificiale).
Successivamente all’attraversamento della zona industriale di Castelgomberto, il tracciato si inserisce in galleria ai limiti della zona SIC denominata “area umida della Poscola”. La galleria naturale “Malo”, della lunghezza complessiva di ml 5.810 è preceduta da 2 tratti artificiali della lunghezza di ml 100 dal lato Castelgomberto e di 321 ml dal lato Malo. è prevista la realizzazione di galleria di emergenza, della lunghezza complessiva di ml 605 con sbocco in Comune di Malo, località Vallugana, e la costruzione di bretella di raccordo con la SP 46 attraverso i terrori di Malo ed Isola Vicentina. Il tracciato prosegue quindi in terreno sufficientemente libero ed interessato da cave di argille dismesse, ad oggi non ancora ambientalmente recuperate e, superato il torrente Timonchio, sottopassa il Rostone lambendo successivamente, con un tratto in trincea, l’abitato di Villaverla.
Nell’ambito dell’esecuzione dei lavori, si prevede l’utilizzo delle cave di argilla dismesse ubicate a ridosso del tracciato quali depositi definitivi di materiali provenienti dagli scavi e non riutilizzabili. Il tracciato termina a ridosso del tracciato della A31 “della Valdastico” con la galleria artificiale “San Simeone II”.
Caratteristiche del lotto ed opere ricadenti nel 1� lotto:

Leave a Reply